>>> Pinot bianco 
01 VINO-IN-EVIDENZA pinot-bianco

Varietà delle uve:  Pinot bianco  100%

Collocazione dei vigneti:  Suolo composto da terreno di medio impasto,  (Comune di Torreano – Colli orientali del Friuli), microclima particolare con notevole escursione termica e costantemente ventilato per lo sfociare delle vallate Prealpine.

Forme di allevamento:  Gestione del vigneto a basso impatto ecologico, con frequenti interventi manuali ed esclusione del diserbo chimico. Allevamento tradizionale friulano e Guyot con densità 4.000-4.500 ceppi/ha, vigneti piantati dal 1973 al 1980.

Resa:  55 qli/ha

Vinificazione:  Raccolta manuale, in cassetta, a piena maturazione. Pressatura soffice delle uve intere, avvio alla fermentazione e controllo delle temperatura costante a 16°-18°.

Invecchiamento e affinamento:  Fermentazione malolattica con il 20% del mosto che viene fatto fermentare in Barrique ed assemblato al restante che fermenta in vasca prima dell’imbottigliamento in bottiglie reclinate.

Caratteristiche:  Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumo gradevole che ricorda la crosta di pane, leggermente speziato con leggeri sentori di legno nobile. Aroma intenso, molto persistente, piacevolmente fruttato. Il gusto è secco, vellutato, ben orchestrato e molto persistente. Aroma di vaniglia alternato ai toni speziati, per un gusto pieno ed austero, senza compromessi. Un vino che impressiona per la particolare finezza e distinzione, riflesso dei caratteristici piccoli grappoli con l’elegante puntinatura nera degli acini. Il Pinot Bianco friulano è sinonimo di eleganza e longevità.

Valori indicativi:  Gradazione Alcolica 13,5 %Vol.;  Acidità 4,91 g/l.

Tipo di bottiglia:  Bordolese verde da lt. 0,75

Accostamenti gastronomici:  Ottimo vino da tutto pasto, ideale con pesce, risotti, vellutate, piatti a base di uova e a base di pesce, antipasti magri. Solitamente abbinato con primi piatti tradizionali friulani.

Temperatura di servizio: 10° - 12°C.

 

 Download scheda tecnicapdf01_PINOT BIANCO_IT.pdf

 

  grappolo

“La sola arma che tollero, è un cavatappi”

(Jean Carmet)